rinascita 18 palermo arte-terapia formaz

Armonizzatore Biografico

Terapia Artistica Antroposofica

 

- CORSO DI 36 MODULI -

ISCRIZIONE

Aperto a tutti


LUOGO

In Sicilia. Palermo, Messina, Catania


DURATA

Il corso inizia a maggio e il ciclo completo modulare si conclude a luglio


CADENZA

Ogni tre settimane


QUADRO ORARIO

Venerdì dalle 16:00 alle 19.30

Sabato dalle 09:00 alle 18.30

Domenica dalle 09:00 alle 13:00

DIREZIONE DIDATTICA

Maria Samonà

Descrizione del Corso

Il corso di Terapia Artistica Antroposofica si propone di dare agli allievi una preparazione esclusiva, unica nel suo genere, di armonizzatore biografico con le arti figurative. Gli strumenti didattici sono forniti dalla conoscenza dell’antroposofia di Rudolf Steiner, applicata alle arti figurative.  

 

La Terapia artistica, fondata sull’antroposofia, è applicata in collaborazione con i medici. Essa non usa gli elementi artistici per scopi psicologici o per eseguire solo delle diagnosi; la terapia artistica riconduce l’essere umano alle leggi primordiali della creazione, in modo che attraverso questo processo egli le viva e possa ritrovare l’armonia. Si impara così, attraverso questa terapia, ad osservare, ad ascoltare, a muoversi, a sentire e a pensare in modo più cosciente. Si impara a comprendere meglio la creazione.  

 

Attraverso l’entusiasmo per la natura, per la bellezza, per il ritmo e l’armonia si può arrivare ad un risanamento interiore ed esteriore. Si sperimentano forze di luce, ombra e colore, forme concave, convesse, cristalline e fluenti, cromatismi forti e deboli, toni alti e bassi e, si impara a portare tutto ciò ad espressione artistica. Si è coinvolti in uno sviluppo pieno di significato, in una crescita che sorge dallo spirito per entrare nella materia.  

 

La Terapia artistica non è senza scopo, ma i suoi risultati non sono lo scopo. L’importante è partecipare al processo. Non si può affermare che la terapia è applicata al paziente, ma piuttosto che sarà il paziente ad applicarla a sé stesso, seguendo e compiendo i processi entro i quali porta ordine, miglioramento, cambiamenti. Egli da forma a ciò che è troppo morbido, ammorbidisce ciò che è troppo duro, chiarisce ciò che è troppo vago e attenua il troppo chiaro.  

 

Egli lotta con la materia, supera le difficoltà, impara ad adattarsi al materiale che usa, accetta l’insuccesso, sviluppa vigore. Impara ad attenersi a tempi precisi, scopre il lato positivo di ciascun esercizio e il rapporto tra i vari esercizi. Egli sperimenta la Terapia artistica come una sorta di training nel corso del quale impara a conoscere i propri difetti, a correggerli e a superarli. Uno dei principali requisiti del terapeuta è quello di mettersi continuamente alla prova e di impegnarsi all’esercizio dell’autoeducazione.  

 

L’amore e la comprensione per gli altri, aldilà della simpatia e della antipatia, il calore del cuore, l’immaginazione e il senso dell’umorismo, sono per il terapeuta qualità necessarie, che creano un’atmosfera positiva in cui la terapia artistica può essere svolta.   La conoscenza degli esercizi e delle tecniche giuste è un altro lato della questione. Tutti i compiti che il terapeuta da al paziente devono essere pieni di significato. Egli stesso deve avere sperimentato ciascun esercizio.  

 

Questo non significa che non possa inventare varianti per mantenere gli esercizi vivi, sia per sé stesso che per l’altro.   Studiare per diventare un Armonizzatore biografico con le arti figurative è un compito, che richiede molto all’essere umano, ma proprio per questo è possibile dedicarvisi interamente e crescere svolgendolo. Questo lavoro applica la terapia artistica steineriana come terapia di sostegno alle cure mediche di quasi tutti i tipi di malattie, come post-trattamento o come continuazione della cura.  

 

Da un punto di vista sociale, la figura dell’Armonizzatore biografico potrebbe offrire, a coloro che non sono malati, un intervento animico igienico che agisca come catarsi e aiuti a prevenire il prodursi a livello fisico, animico e spirituale di una problematica stratificata.   Il solo impegno creativo non è di grande aiuto, mentre l’immergersi negli elementi primordiali della creazione con una concentrazione meditativa, dipingendo colori, movendo tutto il corpo, cantando, modellando con la creta, può dimostrarsi indispensabile per l’ulteriore evoluzione della nostra civiltà.

PROGRAMMA COMPLETO

Per approfondire la didattica ed il programma completo delle lezioni e degli argomenti trattati puoi cliccare sul seguente tasto per scaricare il PDF completo